Navigare su Internet con chiavetta Vodafone

chiavetta-internet-vodafone

L’accesso a Internet è fondamentale nella vita quotidiana, anche solo per controllare se ci sono messaggi su Facebook o per e-mail. Se queste sono le esigenze, il costo di un abbonamento con ADSL diventa esagerato. Per questo, le varie compagnie telefoniche offrono pacchetti con chiavetta internet, in grado di navigare lo stretto necessario senza costi aggiuntivi. Sta al cliente scegliere tra l’acquisto della chiavetta insieme all’offerta proposta; oppure se acquistare solo la SIM, perché la chiavetta è già a disposizione. Se non serve navigare più del necessario e non si ha a disposizione una chiavetta, un buon compromesso è l’offerta internet per un anno: oltre alla chiavetta in dotazione, il cliente paga solo 99 Euro all’anno e può navigare scordandosi della compagnia telefonica fino a 3 GB al mese. Il pacchetto è ovviamente “a peso”, cioè i 3 GB si scaricheranno man mano che si naviga, mentre la velocità è di circa 42.3 Mbps. Finiti i 3 GB, si parte con una costosa tariffazione a 2 Euro una tantum (costringendo il cliente a fare numerose ricariche).

Questi dati sono presenti al momento della sottoscrizione del pacchetto e sono l’ideale solo per chi naviga pochissimi minuti al giorno. Il lato positivo è che almeno Internet per un anno non ha vincoli e il cliente potrà sempre stracciare il contratto se non si trova bene, accanto alla connessione veloce garantita da Vodafone (anche se questo dato dipende dalla copertura delle linee). Effettivamente, 3 GB sono troppo pochi per poter vedere oltre la propria e-mail, per questo Vodafone ha inserito anche una seconda offerta, questa volta con un vincolo di 24 mesi. Il vincolo costringe il cliente a mantenere l’offerta anche se non soddisfatto, perché questi si impegna via contratto a pagare tutti i mesi (per 24 mesi) 20 Euro per la chiavetta internet Vodafone. I GB a disposizione (sempre “a peso”) in questo caso sono 7, abbastanza per guardare un video ogni tanto. Il pacchetto a 7 GB si chiama Fly e la chiavetta a disposizione naviga a 42.2 GB. Il costo non è proprio il massimo: allo stesso prezzo si hanno a disposizione i primi mesi di linea ADSL con altri gestori, sicuramente con la possibilità di navigare da casa più comodamente. Se si ha a disposizione già la chiavetta, l’offerta Fly si può chiedere alle stesse condizioni acquistando solo la SIM: la scheda è gratuita se si attiva l’offerta (un modo per incentivare l’acquisto e il relativo abbonamento di 24 mesi). Acquistando solo la SIM, però, si otterrà una velocità di 43.2 Mbps rispetto ai 42.2 del pacchetto con chiavetta inclusa. Se l’esigenza è navigare su Internet senza necessariamente collegarsi al PC, le offerte per tablet e per cellulare sono sicuramente più convenienti e non hanno vincoli ai quali la compagnia può aggrapparsi. Per i cellulari 4G, ad esempio, Vodafone ha creato il pacchetto “a peso” a 15 GB al costo mensile di 35 Euro.

Un pacchetto che sembra caro, ma non lo è: la velocità è più che doppia rispetto alle proposte evidenziate sopra e può includere (a scelta del cliente) diversi cellulari del catalogo Vodafone. Chi naviga spesso e volentieri al lavoro o nel tempo libero, potrebbe pensare di acquistare un tablet più che una chiavetta, magari con la proposta internet già inclusa nel prezzo. I modelli Vodafone non sono il massimo della tecnologia, ma il vero problema di questi pacchetti sono i vincoli applicati. Un cliente può anche scegliere di aderire all’offerta con tablet a 249 Euro, pagando poi 30 Euro al mese per il piano Fly (20 Euro di abbonamento e 10 Euro aggiuntivi per il tablet), ma il vincolo di 30 mesi (quasi tre anni) fa sconsigliare l’offerta, pur con i relativi sconti che ogni tanto Vodafone propone per attirare nuovi clienti.

La società telefonica mette a disposizione anche piani di abbonamento aggiuntivi per il cliente che vuole saperne di più sugli ultimi eventi sportivi, o che vuole notizie aggiornate in tempo reale: i servizi si trovano nell’area riservata di Vodafone una volta attivato il piano (dal PC, basta collegarsi sul sito della compagnia telefonica; su tablet ci sono le applicazioni). Questi servizi hanno un piano di abbonamento a parte, che viene inserito tra i costi aggiuntivi quando il cliente paga mensilmente il rinnovo del pacchetto scelto. Chi ha sottoscritto l’abbonamento Internet per un anno, invece, paga ogni settimana in base al servizio aggiuntivo scelto. Questi piani non sono strettamente necessari, perché se si naviga online si ha anche la possibilità di reperire informazioni sui propri interessi in tempo reale con una semplice ricerca di Google. In più, richiedere la cancellazione di questi servizi potrebbe non essere intuitivo come la sottoscrizione. Se un cliente sceglie Vodafone per navigare ogni tanto online, dovrebbe pensare di acquistare solo la SIM (o nanoSIM) per il periodo che serve: i pacchetti Vodafone sono interessanti se si tratta di brevi trasferte o per una navigazione di pochi giorni, ma i vincoli molto stringenti e i pacchetti con chiavetta/tablet inclusi non convincono del tutto e costringono i clienti a trovare altre soluzioni per navigare qualche minuto fuori casa o da dispositivo mobile. Se si ha a disposizione un cellulare per la navigazione online, paradossalmente Vodafone offre pacchetti più competitivi, che con pochi Euro al mese consentono una navigazione da mobile più stabile e sicuramente più conveniente rispetto ai pacchetti come il Fly. Le condizioni possono cambiare in continuazione, in base alla politica aziendale: per questo, il cliente deve poter chiedere spiegazioni al negoziante targato Vodafone, oppure al servizio di assistenza direttamente presente sul sito ufficiale.

Il portale mostra anche le ultime offerte per la navigazione da chiavetta (sia con USB inclusa, sia solo con la SIM): acquistando da qui il pacchetto desiderato, Vodafone invia il prodotto direttamente a casa senza spese di spedizione, mentre per la garanzia farà fede la data riportata nella fattura allegata al prodotto spedito. Per richiedere assistenza o per disdire il servizio, il cliente può rivolgersi anche al numero gratuito 190 per parlare con un operatore dedicato.