chiavetta internet

Chiavetta internet: cos’è e a cosa serve?

La chiavetta internet è un dispositivo dalle dimensioni estremamente ridotte che permette la navigazione in mobilità dei computer portatili; tramite collegamento alla porta USB è possibile navigare a velocità (teorica) fino a 100Mbps sotto copertura LTE tramite un abbonamento o l’attivazione di una promozione con uno dei 4 maggiori operatori italiani.

Lo sviluppo della chiavetta internet ha seguito lo sviluppo delle reti degli operatori telefonici; si è partiti con il lentissimo GPRS (velocità massima compresa tra 30-70 kbit/s), per poi passare alla sua forma evoluta, l’EDGE (velocità massima compresa tra 20 e 200 kbit/s). Il primo aumento significativo della velocità si ha avuto con l’introduzione delle reti 3G UMTS (velocità massima 384 kb/s) e le sue due evoluzioni, HSDPA (velocità massima 14 Mb/s) e HSDPA+ (velocità massima 42 Mb/s).

Nell’ultimo anno si è assistito all’inizio della diffusione della copertura 4G, denominata LTE (velocità massima 326,4 Mb/s); mentre si è già al lavoro per la sua versione evoluta, LTE Advanced (velocità massima 3,3 Gb/s).

Un concetto fondamentale da tenere sempre presente è che le velocità indicate sono in condizioni ideali con un solo utente collegato; la banda disponibile infatti per ogni antenna telefonica viene suddivisa tra tutte le persone ad essa connessi che stanno navigando.

Un altro concetto da tenere presente prima di buttare dalla finestra la chiavetta internet per scarse prestazioni è che le velocità indicate nel paragrafo precedente sono relative al download (ossia il traffico dalla rete verso la chiavetta); la velocità di upload (il traffico dalla chiavetta verso la rete, ed invio di una email) è molto più bassa in quanto si preferisce dare la maggior banda possibile al download (che in caso di semplice navigazione è più importante per l’utente).

Ripercorrendo le diverse evoluzioni tecnologiche per quel che riguarda le velocità di upload abbiamo: GPRS max 40kb/s, EDGE max 118,4kb/s, UMTS max 128kb/s, HSDPA max 5,7Mb/s, HSDPA+ max 11Mb/s, LTE max 86,4 Mb/s, LTE Advanced max 500 Mbit/s.

Chiavetta internet: è quello di cui ho bisogno?

Prima di confrontare tutte le tariffe e le recensioni delle varie chiavette internet è importante soffermarsi sull’uso che se ne vuole fare e capire se sia effettivamente la scelta migliore o ci sia invece altro che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Cominciamo col capire dove verrà utilizzata:

  • Internet in mobilità: sei spesso fuori casa/ufficio e hai bisogno di una connessione per lavorare con il tuo portatile
  • Internet in casa/ufficio: abiti in una zona non raggiunta da adsl o altre tecnologie

Chiavetta internet: in mobilità

Il tuo è l’utilizzo classico per cui sono state pensate le chiavette. Questi i principali fattori da valutare:

  • mi serve una connessione saltuaria o navigo molto? In base alla risposta puoi capire se sia meglio un piano a tempo (paghi per il tempo di connessione) o a consumo (paghi per la quantità di dati scambiati). Se navighi per ore l’unica soluzione percorribile è quella di scegliere un piano che garantisca una quantità di dati sufficienti; altrimenti puoi valutare anche le connessioni a tempo (es. ti colleghi solo per scaricare la posta).
  • ho uno smartphone con piano dati attivo? Negli ultimi anni la diffusione dei telefoni evoluti ha introdotto tra le altre cose una nuova possibilità per chi ha bisogno di navigare in mobilità: la condivisione della connessione internet dello smartphone con altri apparati tramite il thethering (scopri i dettagli in questa guida). In questo modo non hai bisogno di attivare un nuovo piano dati o di acquistare una chiavetta internet.
  • in quali zone utilizzerò la chiavetta e di che velocità ho bisogno? Tieni presente che le reti di quarta generazione, LTE, sono disponibili in poche zone e solo tramite gli operatori principali. Valuta bene quindi quale operatore offre la rete migliore nella zona dove utilizzerai più spesso la chiavetta.

Chiavetta internet: in casa/ufficio

Possiamo pensare a due tipologie di persone che ricadono in questa casistica: chi non ha esigenze di avere l’adsl a casa, con tempi lunghi di attivazione, costi fissi, ecc (o non può metterla, es. studenti fuori sede in appartamenti condivisi) e chi vorrebbe l’adsl ma vive in zone non raggiunte da adsl o altre tecnologie via cavo.

In questo caso probabilmente le opzioni si riducono:

  • connessione a consumo: dovendo sostituire l’adsl probabilmente rimarrà quasi sempre attiva e quindi le soluzioni a tempo non sono percorribili.
  • opzione smartphone: fattibile se il proprietario dello smartphone è anche l’unico utilizzatore della connessione dati a casa, altrimenti non è percorribile.

In questo scenario può essere utile collegare la chiavetta internet ad un router che la supporti in modo da condividere il collegamento con tutti gli apparati della casa (e non solo quindi un portatile o pc fisso); in questa guida un approfondimento su come gestire la connessione della chiavetta internet tramite router.